Siti

Il Comune di Lasa in Provincia di Bolzano

Lasa in Val Venosta

Lasa è un comune in provincia di Bolzano che sfiora i 4.000 abitanti, in stragrande maggioranza (oltre il 97%) di madrelingua tedesca. I laaser, ovvero gli abitanti di Lasa che in tedesco viene chiamata Laas, risiedono su un territorio avente una superficie complessiva di 110,11 chilometri quadrati, nel cuore della Val Venosta.

Lasa sorge, infatti, tra Prato allo Stelvio, che si trova ad ovest, e Silandro che sorge ad est e funge da capoluogo del comprensorio della Val Venosta, la splendida valle sudtirolese al confine con la Svizzera e l'Austria che vanta fama universale per le sue mele pregiate mele e i suoi paesaggi bucolici.

Oltre che alle bellezze naturalistiche, Lasa lega la propria notorietà alla produzione di un marmo pregiatissimo, già noto agli antichi Romani e così rilevante dall'aver meritato una posizione di prestigio anche nello stemma locale il quale porta impresso un martello e due scalpelli, strumenti essenziali per la sua lavorazione. 

All'estrazione del marmo dal quale hanno preso vita numerosi capolavori dell'arte è riconducibile, inoltre, la creazione della ferrovia marmifera, una costruzione caratteristica che comprende colorate locomotive ed una spettacolare funicolare utilizzata per trasportare il marmo lungo un piano inclinato. 

Un'altra costruzione che rende unica la città di Lasa è l'acquedotto storico, un antico acquedotto in pietra che in passato si distendeva per circa 600 metri attraversando il centro del paese e del quale oggi possiamo ammirarne soltanto alcuni resti, dal momento che un incendio degli inizi del Novecento l'ha parzialmente distrutto.

 

Dove